www.vitruvio.emr.it

Si può fare! Frankenstein Jr. 40 anni dopo - al CostArena

Ritrovo: sabato 13 dicembre (ore 21.00) - Centro Sociale Costa G., via Azzo Gardino 48
Info: Graziano Ferrari (CostArena) 347 0136000 - Vitruvio tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com
Contributo a persona: € 5,00

Secondo appuntamento per le serate di spettacolo nate dalla collaborazione tra Vitruvio, CostArena e Ten Teatro, che durante l'inverno proporranno al Centro Sociale Costa G. alcuni degli spettacoli di punta che hanno divertito e fatto conoscere le storie della tradizione bolognese al pubblico dell'isola del Battiferro (la pagina facebook di Battiferro finché caldo).

i sabato di spettacolo Sarà possibile cenare al Centro Costa G. con un menu' di piatti tipici della tradizione bolognese (€ 10,00 - BEVANDE ESCLUSE). si potrà cenare prima o dopo lo spettacolo.

In occasione del 40esimo anniversario di Frankenstein Junior, uscito nei cinema americani il 15 dicembre del 1974, arriva sul palco del Centro Sociale Costa G. il rifacimento tutto bolognese del film di Mel Brooks. Ritroveremo la coppia Leporello/Faldoni protagonista dello spettacolo itinerante "Castagne Caste e Marroni - Vino nuovo e vecchie storie".

Se Frankenstein Junior è ispirato al romanzo della scrittice Mary Shelley, facendone una parodia del genere horror e in particolare dei numerosi adattamenti del romanzo negli anni Trenta, Si può fare! Frankenstein Jr. 40 anni dopo racconta la genesi bolognese dell'opera cinematografica.
A spiegarci, in maniera divertente i legami tra la storia di Frankenstein Jr. e Bologna, saranno Gabriele Bernardi, presidente di Vitruvio, insieme al Prof. Leporello ed al suo assistente Faldoni (gli attori Eugenio Bortolini e Gabriele Baldoni ) che inizieranno il loro racconto dalle avventure del giovane Giovanni Aldini, scienziato visionario che girò il mondo nell’Ottocento sfidando le conoscenze fino ad allora acquisite su vita e natura. Aldini nacque a Bologna nel 1762, nipote dell’illustre Luigi Galvani, ne seguì le orme nello studio degli effetti dell’elettricità sui cadaveri, fu professore e ricercatore di fisica presso l’Università di Bologna. Da vero divulgatore scientifico e uomo di spettacolo, organizzava macabre rappresentazioni dove collegava elettrodi a pile con alti voltaggi a teste di cane mozzate, ottenendo la contrazione dei muscoli e l’apertura e l’energica e rumorosa chiusura della mandibola. Applicando gli stessi elettrodi a teste umane mozzate, otteneva la contrazione dei muscoli facciali orribilmente contorti e l’apertura degli occhi. Voleva sperimentare se con l’elettricità fosse possibile rianimare un cadavere. Per tentare l’esperimento serviva un corpo intero ed in buono stato. Normalmente Aldini si serviva di condannati a morte, però in quasi tutti gli stati europei le esecuzioni avvenivano per decapitazione, solo in Inghilterra per impiccagione. Tra il 1802 e il 1803 si recò a Londra e qui finalmente poté effettuare l’esperimento a cui tanto teneva.  Nel 1807 pubblicò a Londra uno studio sul galvanismo nel quale asserisce che in determinate condizioni sarebbe possibile riportare in vita un cadavere mediante stimoli elettrici, una teoria che troverà poi spazio qualche anno dopo nel romanzo gotico Frankenstein, da qui il successivo legame con il film rivisitato. L' esperimento porterà a risvolti inaspettati, con un ospite speciale proveniente dall'Agriturismo il Cucco, che sarà vero protagonista della scena alla fine.

Storia, finzione, spirito d’avventura e intuizioni geniali... al CostArena tornerà a rivivere la creatura?

Il menu' della serata (€ 10,00 - bevande escluse)

primo (lasagne bolognesi)

secondo (tagliere di salumi misto o tagliere vegetariano)

dolce (torta di riso)

battiferro

logo Battiferro

Seguici per tutta l'estate al Sostegno del Battiferro, sul canale Navile!

Musica, spettacoli, cene, eventi dal martedì al sabato

guarda il calendario 

www.battiferrobologna.it

In gommone, a piedi e in bici lungo le vie d'acqua

A maggio tornano i percorsi per conoscere le vie d'acqua del nostro territorio: "Lucrezia Borgia, orme sull'acqua. Viaggio lungo i canali da Bologna a Ferrara" (20-21 maggio 2017) e "Dalle Vie d'Acqua alla Via Lattea: a piedi e in gommone nel Parco del Delta"

Collabora con noi


  Vitruvio è sempre alla ricerca collaboratori per i suoi itinerari e per il Battiferro.
Clicca qui per saperne di più

Le visite-spettacolo con Onorina Pirazzoli


Le visite-spettacolo che hanno Onorina Pirazzoli come guida speciale raccolte in un breve elenco da consultare. Scopri di più

 

Le visite guidate in centro a Bologna

Vitruvio propone tantissime visite guidate, per farci apprezzare luoghi del centro storico di Bologna poco conosciuti o mai visti. Questi itinerari sono condotti da guide esperte.Scopri di più

 

Trekking Urbano

percorsi storico-naturalistici in centro storico e nel verde di Bologna

LEGGI TUTTO

Per prenotare

Puoi contattarci telefonicamente (anche nei giorni festivi) tel. 329 3659446
oppure scrivere una mail a associazione.vitruvio@gmail.com

 

Speciale TG1

Vitruvio ha accompagnato la giornalista del TG1 Carlotta Mannu a Bologna per realizzare un servizio sui sotterranei e sulle attività turistiche a essi collegati. Una bella occasione per rivedere alcuni dei luoghi celati della città, come ad esempio il Serraglio del torrente Aposa, che negli anni passati in tanti hanno potuto visitare partecipando alle nostre visite e ai nostri spettacoli. Non poteva mancare la zdàura Onorina Pirazzoli
Clicca per guardare lo speciale 

 

Feed RSS

Chi è online

Abbiamo 93 visitatori e nessun utente online

Su Expedia

Vitruvio è anche sulla guida di viaggio Expedia
un vero e proprio punto di riferimento online per organizzare i propri viaggi!
Visita la pagina su Expedia

Chi E' Onorina Pirazzoli

UNA ZDAURA MODERNA

Lei è la zdàura, la madre di ogni massaia e di ogni donna che abbia sfaccendato per Bologna, da quando le due Torri non erano più grandi di due grissini. Per saperne di più...


Trekking Urbano

Questo sito utilizza cookies per personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Facendo click sul pulsante "Chiudi" si acconsente all’utilizzo dei cookies.