www.vitruvio.emr.it

Dalì Experience con Vitruvio

dalì experience con vitruvio bologna a palazzo belloniprenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: sabato 6 maggio (turno ore 17.45 //// turno ore 18.00 esaurito!) 
- ingresso mostra, Palazzo Belloni, via Barberia 19

Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 29,00 (ingresso mostra + visita guidata in esclusiva + aperitivo)
Durata: circa un'ora e mezza
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

 

Dalì expericnece con vitruvio boogna a palazzo belloniSiete pronti a immergervi tra visioni oniriche e simboli? Vitruvio vi accompagna in un percorso affascinante attraverso le meraviglie di Dalì Experience in mostra a Palazzo Belloni. Dimenticate l'idea della classica esposizione d'arte e varcate con noi la soglia del mondo straordinario di Salvador Dalì.
Prenderemo parte a un'esperienza culturale innovativa, “diffusa” e immersiva.
All'interno del Palazzo troveremo circa 200 opere, provenienti dalla Collezione di Beniamino Levi, una delle più vaste documentazioni della storia artistica di Dalí. Viaggeremo in un percorso interattivo e multimediale, in grado di coinvolgervi e farvi dimenticare l'esterno per l'intera durata della visita. Ci muoveremo tra 22 sculture, 10 opere in vetro, 12 Gold Objects e oltre 100 grafiche, che "dialogheranno" con noi attraverso l'uso di proiezioni immersive e realtà aumentata.

dalì experience con vitruvio bologna a palazzo belloni dalì experience a palazzo belloni con vitruvio bologna dalì experience a palazzo belloni con vitruvio bologna

Salvador Dalì è la figura che forse rispecchia al meglio il modello dell’artista fantastico. Fu esuberante e geniale, sia nelle proprie teorie che nelle abilità artigianali, rivoluzionario nei soggetti e nelle sue prospettive, proponendo un’immagine di sé  bizzarra e fluttuante. Fu un surrealista e di questo movimento è stato interprete eccezionale con opere visionarie, ancora oggi capaci di parlare a un pubblico variegato e curioso.

La mia pittura la capiscono meravigliosamente e totalmente i bambini e i pescatori di Cadaqués; la capisce anche un caro amico - un automobilista famoso - che non possiede alcuna formazione artistica. Tutti la capiscono e ne sono colpiti”.  (Salvador Dalì)

 

dalì experience a palazzo belloni con vitruvio bologna

 foto di Gianni Schicchi

Nel suo lavoro Dalì ha adoperato tantissimi simboli.
Ad esempio, i suoi “orologi molli”, apparsi per la prima volta in “La persistenza della memoria”,  si riferiscono alla teoria della relatività di Einstein secondo cui il tempo è relativo e non qualcosa di fisso. Cosa gli diede l’ispirazione?
Pare che in una calda giornata d’agosto, l'artista spagnolo vide sciogliersi e gocciolare un pezzo di formaggio Camembert: ed ecco che subito un’esperienza reale liberò la sua creatività.
Dalì sosteneva che la pratica surrealista dovesse rivelarsi in ogni situazione e in nessuno come in lui il comportamento e l’opera furono tanto in armonia. Il fotografo Brassaï, che ha immortalato grandi artisti del ’900, lo ebbe come uno dei soggetti preferiti, insieme a Picasso che li fece conoscere. Per lui, Dalì ammantava tutto di una rara teatralità, capace di sorprendere, provocare ed essere essa stessa arte. Dal loro primo incontro  trasse questo "ritratto d'artista":

Salvador era giovane e bello: volto emaciato dal pallore olivastro, ornato di baffi sottili; occhi grandi da allucinato, sfavillanti d’intelligenza e di uno strano fuoco; capelli lunghi da gitano, grondanti brillantina, addirittura spalmati, come appresi più tardi, di vernice per quadri.
Il colletto a sottili righe blu e la cravatta, poco più di un cordino rosso, tradivano il suo amore per l’originalità". (Brassaï)

Siamo curiosi di conoscere le vostre impressioni alla dali' experience con vitruvio!

_____________________________________________
Aperitivo

dalì experience con vitruvio bologna con finale apertivo alla svolta dalì experience con vitruvio con aperitivo catalano presso la svolta a bologna aperitivo alla svolta dopo la dalì experience a bologna con vitruvio

La Dalì Experience di Vitruvio si concluderà sollecitando ancora una volta i sensi con un aperitivo dedicato a Barcellona presso La Svolta di via Nosadella.

Qui, il presidente di Vitruvio Gabriele Bernardi ci racconterà dello storico e forte rapporto fra la Catalogna e la creatività. Dal punto di vista artistico, la Catalogna seguì uno sviluppo diverso da quello della Spagna. La sua particolare posizione geografica ha favorito i contatti con i movimenti artistici italiani e nordeuropei.


Per vivere un'esperienza ancora più "immersiva" nell'arte e nella cultura catalana, Vitruvio ti invita a prendere parte a maggio al viaggio Barcellona e Sitges: Rum e trasgressione (V.M. 18 anni) a € 180 a persona (dal 26 al 28 maggio). Decidere di visitarla in questa particolare momento dell'anno sarà come salire su una giostra: clima estivo e spensieratezza si uniscono per un'atmosfera unica, mentre la gente la sera riempie fino a tardi le strade come un fiume in piena.
scopri di più

 

_____________________________________________

mostra dalì experience a palazzo belloni con vitruvio bologna

 © Gianni Coppola

Dalì Experience è organizzata da con-fine Art con il patrocinio di Regione Emilia Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e RAI Radio Televisione Italiana e con il sostegno di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno.

_____________________________________________

Vuoi partecipare a un altro appuntamento con una full immersion artistica?
Seguici alla scoperta di Mirò a Palazzo Albergati

logo vitruvio speciale 10 anni - compleanno di Vitruvio Bologna
L'iniziativa fa parte degli eventi speciali per
festeggiare i 10 anni di Vitruvio.

 

Pasqua a Bologna (e non solo) con Vitruvio

pasqua a bologna e non solo con vitruvio

Per il lungo fine settimana di Pasqua - dal 14 al 17 aprile 2017 - Vitruvio organizza visite guidate speciali, escursioni e spettacoli itineranti che raccontano e mostrano Bologna (e non solo) in maniera originale.
Avremo modo di conoscere da vicino uno dei simboli della città, IL NETTUNO e la sua fontana, i colli bolognesi, i sotterranei, gli echi millenari dei calanchi di Monteveglio, curiosità della tradizione con Onorina Pirazzoli, il sottotetto della Basilica di San Petronio, palazzi storici e la storia del cioccolato con assaggi pregiati...

POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 -associazione.vitruvio@gmail.com
PRENOTA ADESSO IL TUO PERCORSO

IL CALENDARIO DEL WEEK-END:

Venerdì 14

Sabato 15

Domenica 16 - Pasqua

Lunedì 17 - Pasquetta

 

 

Borghi, Calanchi ed Echi Millenari: trekking a Monteveglio

Borghi, Calanchi ed Echi MIllenari: trekking a Monteveglio con Vitruvio Bolognaprenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: 
parcheggio alla rotonda di Monteveglio, viale dei Martiri 56  Monteveglio (BO)
Prossime date: 

Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 10,00
Durata: circa 2 ore
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

Si consigliano scarpe comode con suola scolpita.

Borghi, calanchi ed echi millenari: trekking a monteveglio con Vitruvio BolognaUna camminata nel fresco dei boschi, attraverso forre e piccole golei, che ci porterà serpeggiando fino in cresta dove il bosco cede il passo a vecchi coltivi e filari di alberi da frutto dimenticati, quindi ai calanchi toccati dalla “Via Longobarda”, la Piccola Cassia, per raggiungere il pittoresco “baluardo di frontiera” bolognese, il borgo medievale di Monteveglio Alta, che domina il colle col suo torrione e l’antichissima abbazia. Qui fra racconti di oltre mille anni, leggende matildiche, cardinali sanguinari e lanzichenecchi impegnati in assedi estenuanti, ogni pietra sembra avere una storia da raccontare.
Il percorso è semplice e ben attrezzato, il dislivello di circa cento metri rende questa camminata ad anello adatta a persone sportive. Tante, comunque, le pause durante il percorso per osservare ciò che la stagione offre: dalle precoci anemoni alle orchidee spontanee, sino alle splendide macchie di ginestre in fiore che colorano i calanchi nella tarda primavera, mantenendo occhi e orecchie sempre vigili per cogliere i segnali della fauna selvatica.
 

Borghi, calanchi ed echi millenari: trekking a monteveglio con Vitruvio Bologna Borghi, calanchi ed echi millenari: trekking a monteveglio con Vitruvio Bologna Borghi, calanchi ed echi millenari: trekking a monteveglio con Vitruvio Bologna

 

A casa di rettili e anfibi: Visita al centro Anfibi di Pianoro

Visita al centro Anfibi di Pianoro con Vitruvio Bolognaprenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo:
Piazza Garibaldi 1, Pian di Macina, vicino all'edicola. Prossime date:
Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 7,00
Durata:
Info e prenotazioni:tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

visita al centro anfibi di Pianoro con Vitruvio BolognaUna visita guidata al Centro Anfibi di Pianoro, pensata per avvicinare i più piccoli, e non solo, all'universo acquatico e alla piccola e preziosa fauna minore della nostra regione. Nell’area attrezzata,  lungo il corso del Fiume Savena e gestita dall’Associazione A.R.Te, un vero e proprio giardino della biodivesità, impareremo insiemea conoscere e riconoscere anfibi e rettili, scopriremo le loro abitudini e i loro comportamenti e tante curiosità potendoli osservare da vicino in condizioni naturali o seminaturali.

Il Gigante dai piedi d'anguilla

Il Gigante dai Piedi d'anguilla - visita speciale alla Fontana del Nettuno a Bologna con Vitruvio

prenota online!
ULTIME DATE

Posti limitati, prenotazione obbligatoria
Ritrovo:
  domenica 19 novembre (ore 16.00) - 
Fontana Nettuno, lato Palazzo Podestà.
PROSSIME DATE:
sabato 2 dicembre (ore 16.00); 
Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 10,00 visita-spettacolo + € 5,00 ingresso al cantiere del Nettuno
Durata: un'ora e mezza circa
Info e prenotazioni:tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

Facciamo visita ad un malato molto speciale!

Fontana del Nettuno in restauro a Bologna - visita speciale con VitruvioAssieme alla sempiterna zdàura Onorina Pirazzoli, guida d'ogni nostra curiosità, entriamo nella tenda ad ossigeno che ospita un grande personaggio: il Nettuno, gigante che ci ha protetto e distinto.
Una visita, una conferenza e al tempo stesso uno spettacolo al cospetto della statua più rappresentativa di Bologna. Vicini come non possiamo mai essergli stati, sotto la struttura che lo protegge nei giorni del suo ricovero, sul ponteggio davanti ai suoi occhi, ci sentiremo realmente suoi stretti parenti, amici.
Grazie a Massimo Colombari, estimatore della storia di questa pregevole scultura, e ad Onorina scopriremo tutto quello che non abbiamo mai osato chiedere sul gigante dai piedi d'anguilla.

Ma che strega che sei - Special Edition Scaramanzia

banner per il percorso ma che strega che sei del 17 marzo 2017 a bologna con Vitruvio
 

foto di una strega per il percorso ma che strega che sei dell'associazione vitruvio a bolognaprenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo:  venerdì 17 marzo (ore 21.00 - Special Edition - scaramanzia) - Piazza Minghetti.
Contributo a persona, da corrispndere in contanti all'accoglienza: € 12,00 
Info e prenotazioni:  tel.  329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com 
Durata: un'ora e mezza circa  

>>> SCONSIGLIATO AI MINORI DI 12 ANNI <<<<

Un percorso nella Bologna dei misteri e della magia accompagnati dalla zdàura senza età Onorina Pirazzoli, che tutto conosce delle inquietanti vicende e dei più oscuri personaggi dei secoli scorsi, e dagli esperti dell'Occulto di Bologna Magica Hermatena. L’Associazione Vitruvio propone una Special Edition Scaramanzia della visita-spettacolo Ma che strega che sei, proprio nel giorno più sfortunato del calendario: venerdì 17.


Siete pronti a sfidare la sorte e addentrarvi
nel fitto della storia magica bolognese?

foto di una strega per il percorso ma che strega che sei dell'associazione vitruvio a bologna

Nel Medioevo una donna poteva essere accusata di stregoneria se, ad esempio, possedeva un gatto nero, curava con le erbe o addirittura per il semplice fatto di essere donna. In sostanza, potevano mettere in allarme tutti quegli atteggiamenti di emancipazione che rendevano certe donne diverse dalle comuni cittadine per una serie di motivi. Con lo spettacolo itinerante "Ma che strega che sei", condotto dalla zdàura di Bologna Onorina Pirazzoli e dagli esperti dell'Occulto di Bologna Magica Hermatena., Il pubblico seguirà i racconti magici da Piazza Minghetti al Serraglio del torrente Aposa, calcando le stesse strade percorse dalle "streghe bolognesi" (da Gentile Budrioli alla Strega Sorda), condannate e giustiziate in un'epoca buia e oggi quasi dimenticata. Le ignare strade del centro cittadino sono state testimoni delle storie di donne vittime della superstizione e della paura.

LO SPETTACOLO ITINERANTE

foto di una strega per il percorso ma che strega che sei dell'associazione vitruvio a bolognaLa tradizione ci ha tramandato le figure popolari delle striges, delle streghe, a cui si  attribuivano le manipolazioni delle erbe, l'arte di preparare unguenti e veleni, di propinare filtri amorosi e di far fatture.  Lo spettacolo  ci condurrà lungo le strade di Bologna fino al Serraglio del Torrente Aposa (via Rubbiani, angolo viale Panzacchi) alla scoperta di storie misteriose e antiche. 
Il percorso - che si svolgerà interamente in superficie -  calcherà quello seguito nell'ultimo viaggio dalle "streghe bolognesi", condannate e giustiziate in un'epoca buia e oggi quasi dimenticata.
In città di streghe si è sempre parlato, o forse più sussurrato.  Come possiamo definire una strega? C'è chi parla di femminismo ante-litteram, chi di potere, chi di trasgressione. Chi naturalmente di Demoni. Con gli esperti dell'Occulto di Bologna Magica Hermatena andremo alla ricerca di indizi sulle sorti di una delle ultime vittime dell'Inquisizione: la Strega sorda. La zdàura Onorina Pirazzoli, nel suo passato millenario, ha avuto modo di conoscere l'Occulto a Bologna e torna a raccontarci storie coperte dalla polvere dei secoli. Ricordi che parlano di donne-streghe, magia e superstizione.

Il Comitato di Bologna della Croce Rossa Italiana e, in particolare, la Sede Locale CRI di Casalecchio di Reno, parteciperanno attivamente all’evento promuovendo quei valori inviolabili, fondati sul rispetto della persona e, nello specifico, della figura della donna.

Sono mai esistite ed esistono ancora le streghe?



*** Onorina Pirazzoli, arzdàura e zdàura di Bologna"  sono marchi registrati ®.  ***
*** Ogni abuso sarà perseguito penalmente. ***

logo vitruvio speciale 10 anni - compleanno di Vitruvio Bologna
L'iniziativa fa parte degli eventi speciali per
festeggiare i 10 anni di Vitruvio.

 

 

Que viva Mexico!

mostra palazzo albergati frida kahloprenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: sabato 25 marzo (ore 17.45)
- ingresso mostra, Palazzo Albergati, via Saragozza 28
Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 23,00 (ingresso mostra + visita guidata in esclusiva + auricolari)
Durata: circa un'ora e mezza
Info e prenotazioni: tel. 329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com

La Collezione Gelman – composta da dipinti, fotografie, abiti, gioielli, collages, litografie, disegni – è eccezionalmente esposta a Bologna.Non una semplice visita guidata a una mostra. Que viva Mexico! è una full immersion nella storia, nella tradizione e nell'arte messicana. L'Associazione Vitruvio organizza un tour a Palazzo Albergati di Bologna in occasione dell'esposizione de La Collezione Gelman: Arte Messicana del XX secolo, curata da Gioia Mori, che raccoglie tra le più importanti e straordinarie opere d’Arte Messicana del XX secolo in cui svettano senza dubbio Frida Kahlo e Diego Rivera. I loro capolavori raccontano la “Rinascita messicana” (1920-1960) e danno spunto per raccontare la storia degli artisti che ne sono stati protagonisti. Ma in mostra non troveremo solo le straordinarie opere di Frida Kahlo e Diego Rivera, ma anche di numerosi altri artisti, circa 70, che hanno segnato la storia artistica e culturale. Ai quali, scopriremo, si aggiunge il lavoro d'impegno politico e creativo della fotografa, attivista e attrice italiana Tina Modotti, vicinissima a Frida Kahlo, che fu grandemente impegnata in un'opera di sostegno morale e intellettuale nel Messico della rivoluzione zapatista (1910-1917) e del decennio successivo.

que viva mexico eisensenstein poster filmIl titolo al percorso è preso in prestito dal film incompiuto Que viva Mexico! del regista Sergei Eisenstein. Alla fine del 1930, dopo la rottura del contratto con la Paramount, il regista lascia Los Angeles e va in Messico. Qui nel 1931-32 lavora al progetto di un grandioso film-documentario sulla storia del popolo messicano, dove si parla delle civiltà native, delle efferatezze della colonizzazione spagnola, della nascita della nazione indipendente e poi il trionfo della rivoluzione zapatista, con spettacolari riprese di massa nell’ultima parte, definite come immagini di "murales in movimento" . frida khalo e diego rivera in mostra a palazzo albergati a bologna in una visita guidata speciale con vitruvio Tale struttura raffigurativa è usata anche nei grandiosi affreschi realizzati a partire dagli Anni 20 dalla trinità muralista (Diego Rivera, José Clemente Orozco, David Alfaro Siqueiros).
La mostra – formata da dipinti, fotografie, abiti, gioielli, collages, litografie, disegni – ci darà spunto per raccontare una porzione di storia fatta di atti di rivoluzione e passione in chiave messicana. Conosceremo a fondo e saremo partecipi della tensione visionaria degli artisti che la compongono.

mostra palazzo albergati su messico con frida kahlo e diego rivera in una visita speciale con vitruvio

 

prossimamente visita guidata speciale con vitruvio bologna a Palazzo Belloni per Dalì ExperienceIl prossimo appuntamento con una full immersion artistica sarà a Palazzo Belloni per
una specialissima Dalì Experience

 

logo vitruvio speciale 10 anni - compleanno di Vitruvio Bologna
L'iniziativa fa parte degli eventi speciali per
festeggiare i 10 anni di Vitruvio.

 

10 anni di Vitruvio - Grande Festa Gratuita al Battiferro

10 anni di vitruvio - grande festa gratuita al battiferro bologna

INGRESSO LIBERO - FREE ENTRY

Quando: sabato 20 maggio - dalle ore 20.30 in poi
Dove:
Sostegno del Battiferro - via della Beverara 123/a (con ampio parcheggio gratuito)


L'Associazione Vitruvio compie 10 anni e li festeggia con collaboratori, amici, sostenitori e quanti vorranno partecipare alla grande #festa che si terrà al Sostegno del Battiferro il 20 maggio 2017.

Perche' questa data?

grande festa al battiferro per i 10 anni di Vitruvio a Bologna - dopo la color run

 

Il 20 maggio, dal Parco di villa Angeletti, la Color Run corre sull'arcobaleno lungo il Canale Navile verso il Sostegno del Battiferro.

Quale miglior occasione per festeggiare con colore e allegria i 10 anni di Vitruvio?
 
Il Battiferro per i 10 anni di Vitruvio Bologna
 
Sul palco del Battiferro si alterneranno momenti di musica, video, comicità per raccontare le vie d'acqua sotterranee, gli spettacoli itineranti, i percorsi in ambiente, le rassegne musicali, Barcellona e tanto altro. Qui, sul canale Navile, seguiremo il racconto dei protagonisti dei 10 anni trascorsi insieme:

 
- Assisteremo a un'inedita #JAMSESSION con i musicisti:
Marco Muzzati, Marco Ferrari, Marco Dalpane, Fabio Galliani, Massimo De Stephanis, Umberto Cavalli, Fabio Tricomi, Alessandro Urso, David Sarnelli, Coro dei Ghignosi, Paolo Grandi

- Saliranno sul palco anche gli attori e attrici che impersonano Onorina Pirazzoli, Valentino, Faustino, Leporello, Faldoni, le Burde.

°CIBO, CIBO, CIBO °

salsiccia alla griglia al Battiferro per i 10 anni di Vitruvio Bologna verdure alla griglia al Battiferro per i 10 anni di Vitruvio Bologna bruschette al Battiferro per i 10 anni di Vitruvio Bologna
 
Dalle ore 20.30 in poi sarà aperta gratuitamente l'area griglia con salsiccia, verdura e bruschette.

 ° La zona relax e l'area bar resteranno a disposizione! °

 

° LA MOSTRA °

mostra fotografica manuela toselli al battiferro bologna per fotoclub pontevecchio e vitruvio bologna

All’interno dei locali del Battiferro verrà allestita una mostra fotografica a cura del Fotoclub Pontevecchio.
La mostra, dal titolo “Muri che parlano” di Manuela Toselli (socia del Fotoclub), è composta da stampe di grande formato che ritraggono i momenti in cui un centinaio d’artisti, in ottobre 2016, hanno colorato e rinnovato la zona del ponte di Stalingrado.
Per l'inaugurazione di “Battiferro finché caldo 2017” - il 24 giugno - sarà presentato anche un audiovisivo “slide-show”, con tema “Bologna la città che cambia”, realizzato con le fotografie dei soci del Fotoclub Pontevecchio e sarà affiancato alla mostra fotografica e proiettato per tutta la durata della rassegna estiva.

>>> seguiteci per ulteriori aggiornamenti <<<

Ma che strega che sei - Speciale Festa della Donna

 

banner per lo spettacolo "Ma che Strega che sei" speciale Otto Marzo - Festa delle Donne

 

prenota online!
POSTI LIMITATI - Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: mercoledì 8 marzo (ore 21.00) - Piazza Minghetti.
Contributo a persona: € 12,00 
Info e prenotazioni:  tel.  329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com 
Durata: un'ora e mezza circa  

>>> SCONSIGLIATO AI MINORI DI 12 ANNI <<<<

In occasione della Festa della Donna, Vitruvio propone uno speciale "Ma che Strega che Sei".  L'Associazione vuole rendere omaggio a tutte le donne, raccontando le storie incredibili di superstizione e mistero che le hanno rese protagoniste loro malgrado nei secoli passati a Bologna.

Nel Medioevo una donna poteva essere accusata di stregoneria se, ad esempio, possedeva un gatto nero, curava con le erbe o addirittura per il semplice fatto di essere donna. In sostanza, potevano mettere in allarme tutti quegli atteggiamenti di emancipazione che rendevano certe donne diverse dalle comuni cittadine per una serie di motivi. Con lo spettacolo itinerante "Ma che strega che sei", condotto dalla zdàura di Bologna Onorina Pirazzoli, Il pubblico seguirà i racconti magici da Piazza Minghetti al Serraglio del torrente Aposa, calcando le stesse strade percorse dalle "streghe bolognesi" (da Gentile Budrioli alla Strega Sorda), condannate e giustiziate in un'epoca buia e oggi quasi dimenticata. Le ignare strade del centro cittadino sono state testimoni delle storie di donne vittime della superstizione e della paura.

LO SPETTACOLO ITINERANTE

La tradizione ci ha tramandato le figure popolari delle striges, delle streghe, a cui si  attribuivano le manipolazioni delle erbe, l'arte di preparare unguenti e veleni, di propinare filtri amorosi e di far fatture.  Uno spettacolo che ci condurrà lungo le strade di Bologna fino al Serraglio del Torrente Aposa (via Rubbiani, angolo viale Panzacchi) alla scoperta di storie misteriose e antiche. 
Il percorso - che si svolgerà interamente in superficie -  calcherà quello seguito nell'ultimo viaggio dalle "streghe bolognesi", condannate e giustiziate in un'epoca buia e oggi quasi dimenticata.
In città di streghe si è sempre parlato, o forse più sussurrato.  Come possiamo definire una strega? C'è chi parla di femminismo ante-litteram, chi di potere, chi di trasgressione. Chi naturalmente di Demoni. Andremo alla ricerca di indizi sulle sorti di una delle ultime vittime dell'Inquisizione: la Strega sorda. La zdàura Onorina Pirazzoli, nel suo passato millenario, ha avuto modo di conoscere l'Occulto a Bologna e torna a raccontarci storie coperte dalla polvere dei secoli. Ricordi che parlano di donne-streghe, magia e superstizione.
Sono mai esistite ed esistono ancora le streghe?

Il Comitato di Bologna della Croce Rossa Italiana e, in particolare, la Sede Locale CRI di Casalecchio di Reno, parteciperanno attivamente all’evento promuovendo quei valori inviolabili, fondati sul rispetto della persona e, nello specifico, della figura della donna.
Per ulteriori informazioni visitate il seguente link: clicca qui

 



*** Onorina Pirazzoli, arzdàura e zdàura di Bologna"  sono marchi registrati ®.  ***
*** Ogni abuso sarà perseguito penalmente. ***

 

Visita guidata a San Giovanni in Monte


posti limitati - prenotazione obbligatoria
Ritrovo:
Piazza S. Giovanni in Monte 3
Prossime date: 

Contributo a persona, in contanti all'accoglienza: € 10,00
Durata: un'ora circa
Info e prenotazioni:  tel.  329 3659446 - associazione.vitruvio@gmail.com 

Visita guidata alla chiesta di San Giovanni in Monte.
Sopraelevata rispetto al livello stradale, l’antica chiesa di Monte Olivo, già presente in loco nel V san giovanni in montesecolo, fu da sempre strettamente collegata alla simbologia dei luoghi santi di Gerusalemme, riprodotti nel vicino complesso di Santo Stefano. La sua facciata in stile veneto-ferrarese, unica nel suo genere in città, é dominata da una vigorosa aquila, simbolo dell’evangelista, opera sublime di Nicolò dall’Arca. Il suo interno é tuttora ricco di preziose vetrate e pale d’altare dipinte da artisti famosi, tra cui il Perugino, Ercole de’ Roberti e persino da Raffaello, che qui lasciò la sua celebre Estasi di Santa Cecilia, il cui originale é oggi esposto nella locale Pinacoteca Nazionale.

san giovanni in monte

 

logo vitruvio speciale 10 anni - compleanno di Vitruvio Bologna
L'iniziativa fa parte degli eventi speciali per
festeggiare i 10 anni di Vitruvio.

 

Altri articoli...

Le visite guidate in centro a Bologna

Vitruvio propone tantissime visite guidate, per farci apprezzare luoghi del centro storico di Bologna poco conosciuti o mai visti. Questi itinerari sono condotti da guide esperte.Scopri di più

 

Collabora con noi


  Vitruvio è sempre alla ricerca collaboratori per i suoi itinerari e per il Battiferro.
Clicca qui per saperne di più

Regala Bologna e Barcellona con Vitruvio

CONSULTA LA PAGINA DEDICATA AI REGALI
DA POTER FARE CON VITRUVIO

Spettacoli, visite guidate, un pacchetto viaggio a barcellona e un libro appena uscito su Bologna 
chiedi info

Le visite-spettacolo con Onorina Pirazzoli


Le visite-spettacolo che hanno Onorina Pirazzoli come guida speciale raccolte in un breve elenco da consultare. Scopri di più

 

Calendario iniziative

LUGLIO 

martedì 23

mercoledì 24

giovedì 25 luglio

venerdì 26

sabato 27 

domenica 28 

martedì 30 luglio

mercoledì 31 luglio

Trekking Urbano

percorsi storico-naturalistici in centro storico e nel verde di Bologna

LEGGI TUTTO

Per prenotare

Puoi contattarci telefonicamente (anche nei giorni festivi) tel. 329 3659446
oppure scrivere una mail a associazione.vitruvio@gmail.com

 

Speciale TG1

Vitruvio ha accompagnato la giornalista del TG1 Carlotta Mannu a Bologna per realizzare un servizio sui sotterranei e sulle attività turistiche a essi collegati. Una bella occasione per rivedere alcuni dei luoghi celati della città, come ad esempio il Serraglio del torrente Aposa, che negli anni passati in tanti hanno potuto visitare partecipando alle nostre visite e ai nostri spettacoli. Non poteva mancare la zdàura Onorina Pirazzoli
Clicca per guardare lo speciale 

 

Feed RSS

Chi è online

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

Su Expedia

Vitruvio è anche sulla guida di viaggio Expedia
un vero e proprio punto di riferimento online per organizzare i propri viaggi!
Visita la pagina su Expedia

Chi E' Onorina Pirazzoli

UNA ZDAURA MODERNA

Lei è la zdàura, la madre di ogni massaia e di ogni donna che abbia sfaccendato per Bologna, da quando le due Torri non erano più grandi di due grissini. Per saperne di più...


Trekking Urbano

Questo sito utilizza cookies per personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Facendo click sul pulsante "Chiudi" si acconsente all’utilizzo dei cookies.